Aborto - Interruzione di gravidanza : per il diritto alla libera scelta

Interruzioni di gravidanza 2008:

Comunicato stampa : 6 anni sotto il regime della soluzione dei termini

Come negli anni precedenti, il numero delle interruzioni di gravidanza di donne residenti in Svizzera non è aumentato, nel sesto anno dopo l'entrata in vigore della soluzione dei termini, nonostante la crescita demografica. L'aumento leggero di 200 del numero totale degli interventi in riguardo al 2007 è interamente dovuto al cosidetto turismo abortivo dall'estero.
Non c'è dubbio che questa evoluzione positiva è da attribuire alla buona accessibilità di tutti i metodi contraccettivi nel nostro paese, in particolare alla vendita senza ordinazione medica della contraccezione d'emergenza ("pillola del giorno dopo") che spesso permette di evitare una gravidanza non voluta. Soltanto con un impegno di prevenzione intensificato, in particolare presso le donne migranti, e con un migliore sostegno alle donne e le famiglie con bambini sarà possibile abbassare ancora di più il tasso di aborti già notevolmente basso in Svizzera.

Grazie all'accesso non burocratico all'interruzione di gravidanza più della metà degli interventi (il 57%) possono farsi molto precocemente nelle prime 7 settimane colla "pillola abortiva" (Mifegyne). Nell'avvenire, per gli interventi dopo 7 settimane, sarebbe desiderabile sviluppare l'offerta dell'intervento chirurgico sotto anestesia locale, sia negli ambulatori ospedalieri sia nello studio medico, metodo poco pesante e poco costoso.

Anne-Marie Rey
Aborto-informazioni (ex-USPDA)
++41 (0)31 911 57 94
arey@svss-uspda.ch

nach oben

Aborto - le attualità